Le terapie complementari possono migliorare il tuo benessere mentale?

Mentre si celebra la Giornata mondiale della salute e del benessere mentale, il 10 ottobre, ci viene ricordato che anno dopo anno migliaia di persone frequentano corsi di meditazione, di mindfulness, di massaggio ed altre terapie e pratiche complementari. Ma perché le due cose sono collegate?
Questo nuovo mercato propone di tutto, dall’aromaterapia allo zen, ma questi approcci funzionano per il benessere mentale? E come puoi scegliere l’approccio migliore per te?
Approfondiamo l’argomento con Lyz Cooper, fondatrice di The British Academy of Sound Therapy (BAST).

Perché le persone trovano sostegno nella medicina complementare per migliorare le condizioni di benessere mentale?
Milioni di persone in tutto il mondo traggono beneficio dalla gestione della propria salute e benessere con approcci alternativi, molti dei quali hanno migliaia di anni. Lavoro nel mondo delle terapie olistiche da oltre 30 anni ed è meraviglioso vedere come l’interesse è cresciuto in questo periodo. Ho lavorato con molte terapie ai miei tempi, ma nel 1994, a seguito di una malattia, ho avuto depressione clinica e ansia cronica. Ad un certo punto avevo paura ad uscire di casa.

Sapevo che dovevo fare qualcosa, ma non volendo uscire le mie opzioni erano limitate. Avevo fatto un seminario di canto l’anno prima e ho iniziato a usare il Vocal Toning e il canto armonico (una tecnica antica ora usata da molti terapisti del suono). Sono rimasta stupita da quanto meglio mi sentissi, e ne sono stata conquistata. La terapia del suono mi ha aiutato a ritrovare me stessa in un momento che avrebbe potuto facilmente rappresentare la fine della mia vita a soli 29 anni.

Che cosa si può fare per preservare il benessere mentale e prevenire la malattia?
Per mantenere l’equilibrio ci sono il Tai Chi, il Chi Gong o lo Yoga e ci sono una miriade di terapie complementari diverse, tutte ormai facilmente accessibili. La cosa principale è in primo luogo cogliere i primi sintomi prima e prevenire la malattia.
Quando avverti i primi segnali, rivolgiti ad un medico. Pensieri inutili che ti passano per la testa, tensione muscolare al collo e alle spalle, sudorazioni notturne, palpitazioni cardiache, attacchi di panico, eruzioni cutanee, aumento o perdita di peso… tutti questi sono segni che qualcosa è fuori equilibrio.

Non appena ti senti “non in equilibrio”, allora fai qualcosa. Non perdere tempo, fai qualcosa il prima possibile senza indugio. Quando sei depresso o ansioso, la tentazione è di entrare nel tuo guscio, ma prima che ciò accada, apporta piccole modifiche al tuo quotidiano.
Ad esempio, cinque minuti di suono terapeutico in un giorno contribuiranno a ridurre l’ansia, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Dieci minuti aiutano a rilasciare la tensione muscolare e migliorare lo stato dell’umore. Venti minuti di canto stimolano il tuo sistema immunitario.

Traduzione dell’articolo disponibile https://www.britishacademyofsoundtherapy.com/complementary-therapies-mental-health/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *